Cammino di Muxia e Fisterra

Il Camino de Fisterra e Muxia è il cammino che storicamente veniva percorso dai pellegrini che, una volta giunti a Santiago proseguivano per arrivare a Cabo Finisterre.

Qui si lavavano nelle fredde acque dell’oceano, raccoglievano alcune conchiglie che cucivano poi sul cappello e sul mantello come testimonianza del loro arrivo in quel luogo, e si incamminavano nuovamente per far ritorno a casa.

Il cammino può essere percorso sia da che verso Santiago. Se percorso da Santiago si può andare direttamente a Fisterra (in 3 o 4 giorni per una distanza di circa 89 Km).

Se invece si passa da Muxia si percorre in 4 o 5 giorni per una distanza totale di circa 120 Km.

Il percorso si snoda lungo i boschi della Galizia e successivamente in vista del mare dove consente al pellegrino di attraversare la suggestiva Costa da muerte.

Tale denominazione è dovuta ai tanti naufragi che si sono verificati in questa zona.

Il cammino di Fisterra e Muxia

Il cammino di Fisterra e Muxia è unico fino al bivio stradale di Hospital. Fino a lì attraversa Ponte Maceira, Negreira, Alto da Pena, Santa Marina, Olveiroa ed O Logoso. Ad Hospital c’è il famoso “doppio mojon” che indica le due direzioni; a sinistra si raggiungerà Fisterra passando per Cee e Corcubion, mentre a destra si raggiungerà Muxia passando prima per Dumbria.

Fra Fisterra e Muxia c’è Lires (ricordate di mettere un sello in questa località per dimostrare il vostro passaggio a piedi).

Hospital – Il doppio mojon. Sinistra Fisterra e destra Muxia

L’arrivo a Fisterra vi consentirà di ritirare la Fisterrana mentre l’arrivo a Muxia vi consentirà di ritirare la Muxiana.

Dopo essere giunti al paese vi attenderà ancora qualche Km in salita per arrivare al mojon del mitico Km 0.

Il faro di Fisterra avvolto dalla nebbia …

A Muxia invece lo spettacolo del Santuario della Virxe de la barca sulla scogliera vi toglierà il fiato …

Muxia – Santuario della Virxe de la barca