Due cuori verso Santiago

La preparazione fisica

Molti sono intimoriti dal fatto che non sono abituati a camminare, men che meno per lunghi tratti. Bisogna essere allenati per fare il Cammino di Santiago?

Cominciamo col dire che il Cammino viene percorso da giovani e da “diversamente giovani”, da sportivi e da pantofolai (sarebbe meglio dire “ex pantofolai”) quindi nulla che non possa essere affrontato.

Altra considerazione è che “il cammino allena al cammino”, cioè spesso il passo si prende proprio camminando.

Ultima considerazione è che non avrete alcuna multa se non rispetterete una velocità minima.

Il Cammino si percorre con il proprio passo quindi non preoccupatevi se “non andrete veloci”.

Ciò detto è chiaro che è sconsigliato alzarsi dal divano e partire ma è opportuno abituarsi a fare passeggiate aumentando a poco a poco le distanze coperte.

L’ideale è trovare qualche percorso con un minimo di dislivello in modo da abituarsi anche a percorrere salite e discese.


Fate sempre un po’ di stretching prima di cominciare la seduta di allenamento e cercate di mantenere una andatura adatta al vostro passo senza aver fretta di forzare.

Se volete avere dei valori di riferimento, tenete presente che una andatura media “da cammino” è intorno ai 3 Km/h. Ci sarà anche chi andrà oltre i 5 Km/h ma, come già detto, ciascuno affronta le tappe come preferisce.

Una cosa importante è quella di utilizzare nelle sedute di allenamento le scarpe che porterete in Cammino in modo da rodarle.

Idem per lo zaino, nel senso che, soprattutto in prossimità della partenza, abituatevi a camminare con lo zaino addosso in “configurazione cammino”, compresa l’acqua.

In questo modo capirete se non sia il caso di alleggerirlo, e comunque servirà per verificare la vostra andatura.

Se pensate di averne bisogno, non esitate ad utilizzare un tutore per le ginocchia, che servirà da supporto all’articolazione.

Ultima accortezza sarà quella di cominciare ad utilizzare le bacchette da trekking.

Non tutti si trovano bene a camminare con le bacchette quindi non è detto che le utilizzerete. Sappiate comunque che contribuiscono ad alleggerire il peso oltre che a mantenere l’equilibrio su terreni scoscesi.

Exit mobile version